Home A tu per tu con: Mayla Riccitelli

A tu per tu con: Mayla Riccitelli

A tu per tu con: Mayla Riccitelli

mayla

Lo Stadio dei Marmi si sta preparando ad accogliere i Giochi Senza Barriere il 13 giugno, e così stiamo facendo anche noi, conoscendo meglio i nostri atleti! Abbiamo chiesto qualche curiosità sulle loro passioni e tanto altro. Oggi siamo a tu per tu con: Mayla Riccitelli!

Mayla è nata il 10 aprile 2009 a Roma, ed è da poco entrata a far parte di art4sport con tutta la sua energia e la sua solarità. Mayla ha praticato nuoto per un paio d’anni ma poi ha visto qualcosa che l’ha colpita: alcune bambine che ballavano una coreografia durante uno spettacolo. Ha quindi deciso di virare sulla danza moderna, una disciplina nella quale si rispecchia e che la diverte molto!

Art4sport è un’associazione che crede fortemente nel valore dello sport. Da quanto ne fai parte? Come ti ci sei avvicinata?

Faccio parte di art4sport da gennaio. Ho conosciuto l’associazione tramite internet, mia mamma cercava un confronto con genitori di altri bambini con protesi.

 

Per te lo sport cosa significa? Che ruolo ha nella tua vita?

Lo sport per me significa stare bene e divertirmi, fa parte della mia quotidianità. Faccio danza quattro volte a settimana, nuoto una volta settimana e nel tempo libero vado sui roller blade!

 

Emozioni e colori: se dovessi scegliere un colore, uno solo, a cui ti senti particolarmente legata, quale sarebbe? Quale ricordo rievoca?

Amo i colori dell’arcobaleno ma se posso scegliere un solo colore, è il bianco. Mi ricorda i magnifici paesaggi innevati…

 

Vincere o divertirsi: cosa scegli, e perché?

Quando partecipo ad una competizione lo faccio principalmente perché mi diverte, ma se vinco è ancora meglio. In ogni caso sono comunque felice!

 

Giochi Senza Barriere: perché è importante che il pubblico partecipi?

Il pubblico è importante perché ti “fomenta”, ti dà la carica per impegnarti di più. Nel caso dei Giochi Senza Barriere fa capire anche alle persone che la disabilità non è un limite.

 

Quale è il tuo rito scaramantico prima di affrontare una competizione?

Non ho riti scaramantici di solito, ma potrei indossare per l’occasione un bracciale portafortuna o gridare insieme alla mia squadra una frase di buon augurio prima di iniziare!

 

Il grande appuntamento si avvicina e siamo sicuri che sarà una bellissima occasione per divertirsi e stare assieme. Non perdere l’occasione e partecipa insieme a noi!

Mayla ci sarà, con tutta la sua voglia di divertirsi! Verrete a fare il tifo per lei?

Condividi Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Autore: art4sport

art4sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>